"Ossidiana" dei Folkstone - Il viaggio nelle viscere del pensiero e del folk della band di Bergamo
 
Stai leggendo il giornale digitale di Ist Omnicompr. Ridolfi Zimarino - SCERNI su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

"Ossidiana" dei Folkstone

Il viaggio nelle viscere del pensiero e del folk della band di Bergamo

Cosa dire di "Ossidiana", ultimo album dei Folkstone? Beh, sostanzialmente è un viaggio, è un viaggio tra suoni e atmosfere poco toccate dalla band folk-metal bergamasca. C'è un quasi abuso della compressione che dà al tutto un feel molto più tecnico ed epico.

Andiamo ad analizzare traccia per traccia. 

Il disco inizia con una canzone all'apparenza anonima: "Pelle Nera e Rum", non memorabile, ma comunque interessante, soprattutto per l'atmosfera "piratesca", molto gradita.

"Pelle Nera e Rum" si snoda poi in "Scintilla", seconda traccia, un brano dal tipico sound Folkstoniano, che, come "E vado via" e "Scacco al re" (tracce 8 e 6), domineranno i live con la loro forza.

Arriviamo alla canzone che personalmente preferisco dell'album: "Anna", la voce di Roberta Rota, che dona alla canzone una vibe molto più "mediterranea", tanto che si riesce a sentire l'odore del mare e il riff di fisarmonica memorabile, perfetto per pogare e ballare sotto il palco.

"Psicopatia" è l'esatto opposto di "Anna", molto rock, pochi ghirigori, molta forza; nota di merito la linea di basso molto interessante.

"Asia", una ballad d'amore verso l'Oriente, di grande impatto ma forse è la canzone più anonima dell'album, nè carne nè pesce.

Tra le portentose tracce 6 e 8 si trova un brano inusuale per i FS: "Mare Dentro", molto intimo, quasi poetico, che però spezza in pieno il flow dell'album o magari funge da calma prima della tempesta?

"Istantanea" è un'altra canzone che lascia l'amaro in bocca, banale e poco illuminata; l'unica nota di merito è il guitar-work abbastanza curato.

Tutto questo piattume lievita, cresce ed esplode nella catatonica "Supernova". Questa canzone è pura emozione e sono assolutamente certo di dire che dopo "Anna" è la migliore.

Rimaniamo con gli spiriti alti per un'altra canzone cantata da Roberta Rota, "Dritto al petto", liriche e voce epiche? Ci sono; riff di chitarra pompati al massimo? Ci sono; voglia di riguardarsi tutto "Vikings"? C'è, c'è, c'è come Rossi. Complimenti, canzone molto buona.

Ora però si arriva alla fine dell'album con i due pezzi "Sabbia nera" e la title track "Ossidiana".

La prima introduce come solo una ballad celtica può fare le atmosfere della seconda; la sabbia nera si scioglie e si cristallizza nel nero vetro vulcanico e "Ossidiana" non solo dona sfumature acide, sulfuree a questo mood, ma finisce con un accordo di sospeso tra la risoluzione e l'abisso, lasciandoci smarriti e basiti, con la voglia di riascoltarla ancora e ancora.

 In sostanza: i pro di questo album sono troppi, ma possiamo dire che è un ottimo album di "introduzione" ai Folkstone e al genere e che, se ti piace Vikings, è il disco che fa per te.

L'unico contro dell'album è la presenza di un paio di pezzi da 5 in mezzo a molti pezzi da 8.

Pelle nera e Rum: 6.5

Scintilla: 7

Anna: 9.5

Psicopatia: 7

Asia: 5

E vado via: 8

Mare Dentro: 7

Scacco al Re: 6.5

Istantanea: 5

Dritto al Petto: 8

Sabbia Nera: 6

Ossidiana: 8 

Voto: 7

 Nicola Racca

 

di Redazione Ist Omnicompr. Ridolfi Zimarino - SCERNI


Parole chiave:

Folkstone

Condividi questo articolo



 


    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
    account_circle
    email
    Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
    account_circle
    email
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Chiudi
    Chiudi