Un giorno per riflettere - Giornata di commemorazione della Shoah al Ridolfi
 
Stai leggendo il giornale digitale di Ist Omnicompr. Ridolfi Zimarino - SCERNI su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

Un giorno per riflettere

Giornata di commemorazione della Shoah al Ridolfi

È davvero importante celebrare il Giorno della Memoria che dal 2000 ricorre il 27 gennaio di ogni anno. Così il 26 gennaio nell'Istituto agrario Cosimo Ridolfi di Scerni, tutti i ragazzi hanno rivolto un pensiero alle vittime dell'Olocausto. Hanno ricordato che ebrei, zingari, testimoni di Geova, omosessuali e comunisti, come anche persone malate o accusate di comportamenti devianti vennero deportati nei campi di concentramento e di lavoro polacchi, segregati, torturati e uccisi per volontà di Hitler e dei suoi stretti collaboratori. Nei campi di lavoro si gestivano e sfruttavano coloro che erano abili al lavoro (per lo più uomini giovani), mentre i campi di sterminio erano stati progettati appositamente per l’eliminazione di massa. All’interno di essi veniva prima attuata una distruzione morale dei deportati per poi procedere con l’annientamento completo dell'uomo. Triste a dirsi, ma i campi lavorarono a pieno ritmo per alcuni anni.

In questa giornata sono stati letti alcuni estratti di libri, canzoni e mostrati diversi video tra cui “C'È UN PAIO DI SCARPETTE ROSSE”, accompagnato dalle parole della stessa poesia:

C'è un paio di scarpette rosse

Numero ventiquattro

quasi nuove:

sulla suola interna si vede ancora la marca di fabbrica

‘SchulzeMonaco’.

C'è un paio di scarpette rosse

in cima a un mucchio di scarpette infantili

a Buckenwald

erano di un bambino di tre anni e mezzo

chi sa di che colore erano gli occhi

bruciati nei forni

ma il suo pianto lo possiamo immaginare

si sa come piangono i bambini

anche i suoi piedini li possiamo immaginare

scarpa numero ventiquattro

per l'eternità

perché i piedini dei bambini morti non crescono.

C'è un paio di scarpette rosse

a Buckenwald

quasi nuove

perché i piedini dei bambini morti

non consumano le suole.

Il motivo per cui si rievocano annualmente questi tristi avvenimenti non è certo vano: ricordare per fare in modo che simili tragedie non accadano mai più, questo è lo scopo.

Celebrare questo giorno acquista ancor più valore, se si pensa che tale avvenimento si è verificato in una società molto simile a quella attuale. L’orrore compiuto dipendeva molto da fattori quali il razzismo e l’indifferenza. Nel periodo che si sta vivendo si assiste purtroppo spesso all’affiorare di questi atteggiamenti e pensieri, quindi il rischio che si ripeta è reale. Oggi si ha ancora la fortuna di avere testimoni oculari che raccontano quanto accaduto e aiutano a non dimenticare. Quando anche loro non ci saranno più, riuscirà l’umanità a conservare la memoria affinché ciò  non si ripeta?

Melissa Marisi

di Caporedattore Ist Omnicompr. Ridolfi Zimarino - SCERNI


Parole chiave:

shoah

Condividi questo articolo





edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stata inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi