Agricoltura sì, ma sempre in sicurezza! - Gli studenti del Ridolfi protagonisti di un convegno sulla sicurezza in agricoltura
 
Stai leggendo il giornale digitale di Ist Omnicompr. Ridolfi Zimarino - SCERNI su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

Agricoltura sì, ma sempre in sicurezza!

Gli studenti del Ridolfi protagonisti di un convegno sulla sicurezza in agricoltura

È giunta al termine, nella giornata di domenica 25 marzo 2018, la 57ₐ edizione della Fiera Nazionale dell’Agricoltura di Lanciano. Questa edizione, in particolare, ha visto partecipi gli studenti dell’Ita di Scerni in due diverse giornate. Una è stata quella di venerdì 23 marzo, quando tutta la scolaresca si è recata presso il polo fieristico e, nonostante il cattivo tempo, non si è fatta mancare la voglia di apprendere e conoscere alcune novità nel settore agricolo. Nonostante la nota popolarità dell’evento, erano in tanti a non avervi mai preso parte e hanno colto l’occasione, data dalla scuola, per scoprire nuovi orizzonti, specialmente per chi, come gli studenti del primo anno, sta muovendo i primi passi verso il sapere in questo settore fondamentale. Non sono mancate le novità della Fiera, sia per quanto riguarda le grandi aziende che hanno lanciato alcuni nuovi prodotti, sia per gli avventori, perché è stata un’importantissima occasione per conoscere anche alcuni considerevoli prodotti enogastronomici della nostra amata regione Abruzzo, offerti in fiera dai numerosi stand gastronomici

Gli studenti dell’Ita di Scerni, inoltre, sono stati apprezzati per la loro preparazione nel settore agricolo e per l’originalità del lavoro prodotto in occasione del convegno “NON SAREBBE SUCCESSO SE… : storie di infortuni sul lavoro in agricoltura”. Gli organizzatori della Fiera in collaborazione con la ASL del distretto di Lanciano-Vasto-Chieti hanno permesso agli studenti di essere i protagonisti del convegno che trattava, per l’appunto, l’argomento molto discusso degli infortuni sul lavoro agricolo.

I ragazzi della redazione del giornale digitale Scuolalocale dell’Istituto omnicomprensivo Ridolfi-Zimarino hanno realizzato un video sulla prevenzione degli incidenti grazie ai mezzi di protezione sui trattori comunemente utilizzati, intervistando il meccanico sig. Mario di Fonzo e due persone che hanno subito un incidente agricolo: una fortunatamente salva per miracolo e l’altra, come testimone di un infortunio, purtroppo mortale.

Il convegno è stato presenziato dall’avvocato Franco Ferrante, dal Dott. Alcide Massaro, direttore SPSAL della ASL, dal presidente provinciale CIA, Dr. Antonio Sichetti, dal sindaco di Lanciano Mario Pupillo, dal dirigente scolastico dell’Omnicomprensivo Ridolfi-Zimarino, Prof. Livio Tosone e dagli studenti dell’Ita di Scerni Fabrizio Villani, Domenico Galante e Simone Bomba.

Il convegno, tenutosi nella prima mattinata di domenica 25 marzo, ha visto impegnati i tre ragazzi dell’Istituto nella presentazione, articolata in varie parti, del progetto riguardante la sicurezza. All’apertura del convegno, appena dopo i saluti e i ringraziamenti del presidente di LancianoFiera Franco Ferrante e del sindaco Mario Pupillo, il Dr. Antonio Sichetti ed il Dr. Alcide Massaro hanno introdotto il tema dei rischi in agricoltura e di quanto sia fondamentale la prevenzione; a seguire il Dirigente scolastico, Prof. Livio Tosone, ha fatto una breve introduzione su quello che poi sarebbe stato il progetto esposto dai suoi studenti.

PH Simone Di MitoIl primo a prendere la parola è stato Fabrizio Villani, frequentante il quarto anno dell’Istituto tecnico agrario, che al termine del video, ha parlato di quanto sia difficile vivere in situazioni in cui sia possibile acquistare un mezzo agricolo a norma o adeguarne uno, a causa degli elevati costi. Villani, nella sua esposizione, ha posto un quesito all’assemblea di persone venute ad assistere al convegno, che è importantissimo da ricordare: “Può un’azienda agricola di piccole o modeste dimensioni sostenere un’ingente spesa per rendere sicuri i propri mezzi, che probabilmente sono anche obsoleti?”.

La risposta è stata subito data nell’esposizione del secondo studente, Domenico Galante, il quale ha descritto tecnicamente come lavorare in sicurezza, soprattutto rispettando le leggi, sia in aziende agricole di piccole o medie dimensioni, sia in aziende leader nel settore. Le norme, come Galante ha esposto, sono sempre le stesse, non c’è nessuna modifica che le dimensioni aziendali possano variare. Pertanto la risposta al quesito di Villani è ovviamente che  “..la vita di una persona vale molto di più di 2000€ spesi per adeguare una trattrice agricola”. Galante nella parte finale del suo discorso ha dato lo spunto per una riflessione sulla sensibilizzazione dei giovani su questo argomento

L’ultimo studente, Simone Bomba, ha introdotto il tema della riscoperta dell’agricoltura da parte delle nuove generazioni, che svolgono questo mestiere cardine per la nostra sopravvivenza. Bomba ha tenuto a precisare che la rivalutazione dell’agricoltura è stata determinata, purtroppo, da momenti di crisi occupazionale, che viviamo oggi in Italia e ha sostenuto che questo mestiere, così tanto disprezzato, così tanto sottovalutato, crea dei posti di lavoro per coloro che ne hanno bisogno, come per l’appunto, i giovani.

Effettivamente sensibilizzare i ragazzi è importante, non solo per permettere loro di darsi una svegliata per risolvere questa crisi, ma anche per cercare di evitare, con la semplice informazione, i rischi legati all’agricoltura.

PH Simone Di MitoQueste sono state le conclusioni dei tre studenti dell’Ita di Scerni, che hanno ringraziato gli enti che hanno collaborato con la scuola per la realizzazione di un progetto di sensibilizzazione così importante nel settore economico, che loro hanno scelto di studiare.

                                                                                                                                                Domenico Galante         

di Caporedattore Ist Omnicompr. Ridolfi Zimarino - SCERNI


Condividi questo articolo





edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi