Alunni in Portogallo, un modo diverso di imparare l’inglese - Un progetto gratuito per ampliare la cultura dei ragazzi
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Ist Omnicompr. Ridolfi Zimarino - SCERNI su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Alunni in Portogallo, un modo diverso di imparare l’inglese

    Un progetto gratuito per ampliare la cultura dei ragazzi

    Un progetto molto interessante che sta avendo successo nelle scuole è il progetto Erasmus Social Inclusions. Alcuni ragazzi, di età compresa tra i 13 e i 16 anni, dell' Istituto Omnicomprensivo Cosimo Ridolfi di Scerni, dal 21 al 26 ottobre sono partiti in Erasmus in Portogallo.

    Questo progetto consiste nell'ospitare per una settimana uno o più ragazzi stranieri (indicando prima il numero di persone che si è disposti ad ospitare) e poi successivamente partire per uno dei Paesi che sono stati ospitati in precedenza. Insomma, un progetto completamente gratuito perchè finanziato dalla Comunità Europea, con lo scopo di migliorare le conoscenze culturali e linguistiche.

    Arrivati a Guimarães, i ragazzi sono stati accolti dalle famiglie, le quali per quella settimana hanno avuto il compito di introdurli nella vita del paese.

    Ciò che è saltato subito agli occhi è stata la presenza di enormi spazi verdi in piena città. Le strade erano contornate di grattacieli e strutture enormi circondate ovunque da parchi, alberi e giardini. Inoltre, l'aspetto che colpisce maggiormente riguarda i numerosi monumenti di origine romanica e gotica. 

    Il primo giorno gli studenti sono stati lasciati liberi di ambientarsi e fare amicizia con le famiglie, molte delle quali ne hanno approfittato per mostrare loro Braga. Questa città è nota per il suo patrimonio religioso, con il complesso di Bom Jesus do Monte, la Cattedrale, la Cappella dei re e il palazzo Episcopale. Non per niente Braga è chiamata "la Roma portoghese".

    Il giorno dopo per i ragazzi è stato il primo giorno di scuola. Loro hanno assistito ad alcune lezioni di lingua portoghese, ma la maggior parte delle ore sono state dedicate a laboratori di arte, visite guidate nella città di Guimarães e Porto.

    Le diverse famiglie hanno fatto provare ai ragazzi i piatti tipici, dolci come i pastéis de nata e primi piatti come la Francesinha. Molto importante è anche il vino "Porto", un vino molto liquoroso che ha la particolarità di avere una fermentazione incompleta, per risultare dolce in maniera naturale.

    Agli studenti è stata data la possibilità di scoprire la cosa più affascinante di Guimarães: la sua storia. Infatti, questa è la città da cui ha origine il Portogallo. Nella prima metà del X secolo Guimarães era una proprietà rurale. Ma con la morte del conte, la vedova, essendo credente, decise di costruire un monastero, il monastero di Santa Maria. Successivamente fu costruito un castello per proteggere l'edificio religioso dalle incursioni. Il borgo crebbe e venne ad abitarvi un conte francese il cui figlio, Alfonzo Enrico, nel XII secolo divenne il re del Portogallo.

    Questo genere di esperienza è sicuramente significativa per i ragazzi, sia per imaparare meglio la lingua inglese, sia per responsabilizzarli e farli crescere. Un progetto del genere può aprire le porte alla conoscenza di un nuovo mondo, può portare a scoprire talenti e passioni che magari non si pensava di possedere e può anche essere d'aiuto nel mondo del lavoro.   

    Piera Piscicelli

     

    di Redazione Ist Omnicompr. Ridolfi Zimarino - SCERNI


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi