In viaggio alla scoperta del Trentino - Terze e quarte in viaggio d’istruzione: ecco cosa abbiamo imparato
 
Stai leggendo il giornale digitale di Ist Omnicompr. Ridolfi Zimarino - SCERNI su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

In viaggio alla scoperta del Trentino

Terze e quarte in viaggio d’istruzione: ecco cosa abbiamo imparato

Dal giorno 6 al giorno 10 maggio, gli alunni delle classi terze e quarte del nostro Istituto si sono recate in Trentino Alto Adige per il viaggio di istruzione. Il viaggio è stato un approfondimento delle materie di studio e dell’alternanza scuola lavoro. I ragazzi hanno visitato un’azienda di oli essenziali, un caseificio di parmigiano reggiano, l’acetaia e un’azienda per la produzione di piccoli frutti. 

Azienda agricola “Maso Tezza”Dato che molti ragazzi hanno scelto di passare l’alternanza scuola lavoro in cantina, non potevano mancare nel nostro viaggio due cantine con delle caratteristiche particolari: la cantina Rotari specializzata nella vendita di spumanti e la cantina Laimburg costruita nella roccia. La particolarità di quest’ultima è che nella fine degli anni Ottanta, poiché la cantina non era sufficientemente grande, è stato necessario dello spazio aggiuntivo per il deposito di bottiglie. Dato che l’azienda era stata costruita vicino al Monte di Mezzo è stato possibile scavare all’interno della roccia per l’ampliamento della cantina.Laimburg, cantina nella roccia

Il primo giorno, la nostra prima fermata è stata il caseificio Quattro Madonne specializzato nella produzione del Parmigiano Reggiano. Questo è un formaggio definito a lunga stagionatura per il suo periodo minimo di 12 mesi. Interessante è stato scoprire quali sono le differenze principali tra Parmigiano Reggiano e Grana Padano. Infatti questi due formaggi sono quasi uguali, ma il Parmigiano-Reggiano si può produrre solo in 5 province perché di Reggio Emilia. Per questo il numero di caseifici e minore ma è superiore il numero di controlli e la qualità.

Ma oltre alle aziende abbiamo voluto anche informarci sull’arte e la cultura del posto. In Trentino è presente la doppia lingua, infatti chiunque voglia lavorare per il comune, per la provincia o la regione deve sapere sia il tedesco che l'italiano. Alcuni si sono sentiti un po’ disorientati per il fatto che i cartelli erano scritti per lo più in tedesco. Ci è stato detto che il motivo è perché fino al 1919 l'Alto Adige faceva parte dell'Austria e la sua popolazione era quasi al 100% di madrelingua tedesca.

Per quanto riguarda l’arte la cosa che ci è rimasta sicuramente più impressa, raccontata dalla nostra guida, è stata la leggenda del palazzo del diavolo. Secondo la leggenda un banchiere appartenente alla famiglia Fugger, che era una delle più ricche, si era innamorato di una giovane ragazza. Questo amore però non era ricambiato. La ragazza era disposta ad accettare il matrimonio solo se lui le avrebbe costruito un palazzo enorme, ma in un solo giorno. L’uomo sapeva bene che un giorno non sarebbe stato sufficiente nonostante tutto il denaro e le risorse che aveva, così decise di fare un accordo con il diavolo in cambio della sua anima, ma aggiunse la condizione per cui alla fine del lavoro il diavolo avrebbe dovuto raccogliere tutti i chicchi di riso che lui avrebbe messo nel palazzo. Al termine dei lavori il diavolo trovò tutti i chicchi di riso, eccetto uno che era nascosto sotto un crocefisso, così non poté prendere l’anima dell’uomo ed umiliato tornò nell’inferno lasciando una fiammata che poi rimase impressa sul muro del palazzo.

Alla fine della gita, nonostante tutti i cambiamenti del programma fatti all’ultimo minuto, sia i ragazzi che professori erano contenti. Noi classi terze e quarte abbiamo ringraziato tutti i professori che ci hanno accompagnato per aver trovato un itinerario interessante sia per noi che per loro, perché è così che dovrebbero essere tutti i viaggi di istruzione.

Piera Piscicelli

 

di Redazione Ist Omnicompr. Ridolfi Zimarino - SCERNI


Parole chiave:

viaggio d'istruzione

Condividi questo articolo





edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi